Tutto quello che devi sapere sul bonus acquisto prima casa

L’acquisto della prima casa rappresenta un passaggio cruciale nella vita di molte persone. Fortunatamente, in Italia esistono numerosi incentivi fiscali per favorire questo importante traguardo, primo fra tutti il Bonus Acquisto Prima Casa. Questo tipo di agevolazione ha caratteristiche specifiche regolate da precisi requisiti, pertanto è importante conoscerne bene ogni aspetto.

Innanzitutto, cosa si intende per “Bonus Acquisto Prima Casa”? Si tratta di una serie di detrazioni fiscali previste dallo Stato Italiano per favorire l’acquisto della prima abitazione. Questi incentivi, sotto forma di detrazioni e riduzioni sugli oneri fiscali, dimostrano quanto lo Stato sia impegnato a facilitare l’acquisto della prima casa.

acquisto prima casa - Foto di Kindel Media: https://www.pexels.com
acquisto prima casa – Foto di Kindel Media: https://www.pexels.com

Tra le principali agevolazioni troviamo la riduzione dell’imposta di registro, che diminuisce dal 9% al 2% per l’acquisto di immobili “non di lusso” e al 9% per quelli di lusso. Il calcolo va effettuato sul valore catastale dell’immobile che è, generalmente, molto inferiore al valore di mercato.

Per accedere a questi benefici è però necessario rispettare specifici requisiti. Primo tra tutti, l’acquirente non deve essere titolare, né in tutto né in parte, di diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie su un’altra casa nell’intero territorio nazionale. Inoltre, entro 18 mesi dall’acquisto, l’acquirente dovrà stabilire la residenza nel Comune in cui si trova l’immobile o, se non possibile, nel comune confinante.

Altri requisiti riguardano la tipologia di immobile: non deve trattarsi di un’abitazione di lusso, come definito dall’articolo 2, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 31 marzo 1988, n. 138. Infine, l’acquisto deve essere effettuato da persone fisiche (quindi le società sono escluse) e non deve essere stipulato con parenti fino al terzo grado del venditore.

Sono diversi i documenti da presentare per accedere a questo tipo di agevolazione: una dichiarazione sostitutiva di atto notorio nella quale si afferma la volontà di trasferire la residenza entro 18 mesi, una copia dell’atto di acquisto dell’immobile, il contratto preliminare di vendita e una copia della dichiarazione dei redditi.

bonus sulla casa - Foto di Ketut Subiyanto: https://www.pexels.com
bonus sulla casa – Foto di Ketut Subiyanto: https://www.pexels.com

Un aspetto importante da sottolineare riguarda il calcolo del bonus. Essendo una detrazione fiscale, essa va sottratta dal totale dell’imposta dovuta. Se questa è inferiore alla detrazione spettante, la differenza non verrà restituita, né si potrà portare in detrazione negli anni successivi.

Il bonus acquisto prima casa rappresenta senza dubbio un’opportunità importante per chi intende acquistare un’abitazione. Grazie alla riduzione dell’imposta di registro, può rappresentare un significativo risparmio. Tuttavia, è necessario rispettare tutti i requisiti richiesti, altrimenti l’agevolazione viene meno e possono essere applicate delle sanzioni.

Perciò, prima di avviare qualsiasi procedura, è consigliabile rivolgersi a un professionista del settore o ad un centro di assistenza fiscale per evitare qualsiasi tipo di errore. Ricorda, la conoscenza è la chiave per fare scelte informate e convenevoli.