Bonus edilizi 2024: un sostegno all’innovazione di edifici sostenibili

In questi ultimi anni, la questione sull’efficienza energetica e la ristrutturazione sostenibile degli edifici ha acquisito notevole rilevanza a livello globale.

Per incentivare gli abitanti a optare per scelte più ecologiche, il governo italiano ha lanciato una serie di misure fiscali, comunemente note come “bonus edilizi”, che hanno promosso un’ondata di rinnovamenti in tutto il paese. Ora, con i bonus edilizi previsti per il 2024, si prevede un’ulteriore accelerazione del processo di transizione verso un’architettura più sostenibile.

bonus edilizia - Foto di Zahid Iqbal: https://www.pexels.com
bonus edilizia – Foto di Zahid Iqbal: https://www.pexels.com

Il bonus edilizi del 2024, come previsto dalla legislazione attuale, prevede un’ampia varietà di incentivi fiscali. Questi comprendono l’EcoBonus, il SuperBonus 110%, il Bonus facciate, il Bonus mobili e il Sisma Bonus.

Questi incentivi, oltre a offrire significativi risparmi fiscali, stimolano l’adozione di soluzioni di ristrutturazione che migliorano l’efficienza energetica, l’adozione di energie rinnovabili, e ne aumentano la resistenza ai terremoti.

L’EcoBonus 2024, ad esempio, offre un credito d’imposta che copre fino all’85% dei costi per interventi di efficienza energetica, come l’isolamento termico o l’installazione di sistemi di riscaldamento ad alta efficienza. Ciò promuove un drastico miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni, stimolando al contempo l‘innovazione nel settore delle tecnologie pulite.

Il SuperBonus 110%, per contro, è uno degli incentivi più generosi in termini di copertura dei costi. Si tratta di un credito d’imposta pari al 110% dei costi sostenuti per interventi di ristrutturazione energetica e antisismica, tra cui l’installazione di impianti fotovoltaici e infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici.

Questo bonus non solo ha incentivato la ristrutturazione energetica delle abitazioni, ma ha anche contribuito a far progredire la transizione verso la mobilità elettrica in Italia.

bonus 2024 - Foto di Mustafa Bodur: https://www.pexels.com
bonus 2024 – Foto di Mustafa Bodur: https://www.pexels.com

Il Bonus Facciate, invece, concede un beneficio fiscale del 90% su interventi riguardanti le facciate esterne degli edifici, tra cui la rifinitura, il recupero o la tinteggiatura. Allo stesso modo, il Bonus Mobili offre un credito d’imposta del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+.

Il Sisma Bonus, infine, permette di detrarre l’80% delle spese sostenute per lavori antisismici su edifici situati in zone classificate come a rischio sismico.

In conclusione, il panorama dei bonus edilizi del 2024 promette di essere veramente allettante. Gli incentivi fiscali offerti rappresentano un’ottima opportunità per i proprietari di immobili per migliorare l’efficienza energetica del proprio edificio o per effettuare interventi di ristrutturazione, beneficiando al contempo di interessanti risparmi fiscali. Essi rappresentano inoltre un’opportunità per il settore delle costruzioni e dell’ingegneria, stimolando l’innovazione e l’adozione di tecnologie più sostenibili.